LECCE, tattica e curiosità. Tutto sul prossimo avversario del Catania

08.03.2017 17:25 di Veronica Celi Twitter:    Vedi letture
LECCE, tattica e curiosità. Tutto sul prossimo avversario del Catania

Quando apre le porte di casa sua una delle big del Girone C di Lega Pro, le gambe tremano. La voglia di riscatto è alta da parte del Catania, ma la consapevolezza di aver davanti una compagine solida e candidata alla promozione è ancor più massiccia. Si tratta del Lecce, che sosta a quota 58 punti, a un passo dalla capolista Foggia. Reduci dalla sconfitta per 2-1 contro la Virtus Francavilla, i salentini sono decisi a riprendere la retta via, e racimolare punti utili alla riconquista del primo posto in classifica.

LUCI E OMBRE – L’attacco è il punto forte della formazione allenata da Padalino. Sono cinquanta i gol fatti, spesso generati da conclusioni dal limite, rapidi inserimenti, assist d’oro per le punte. E se dal punto di vista offensivo, il Lecce è un carro armato, in difesa gode di una roccaforte con pochi eguali: ventisette reti subite, grinta e carattere tanto da concedere il minimo agli avversari. Neanche rapide discese impensieriscono gli interpreti giallorossi, che nell’ultima uscita stagionale, però, hanno ostentato interventi scomposti o in ritardo, costati carissimo. Le fasce, comunque, sono la vera forza della squadra pugliese. Condiscono la fase di spinta, e cooperano in copertura. Non mancano, però, lacune in mediana. Di rado si intravede un gioco lento e macchinoso, di cui gli sfidanti possono approfittare. Per non parlare del nervosismo, sporadico ma eventualmente letale.

TATTICA – Nel 4-3-3 di Padalino, il saliscendi offensivo, e insieme, difensivo, è affidato alle gambe di Ciancio e Agostinone, quest’ultimo proveniente dal Piacenza, veterano della terza serie. Settore arretrato completato da Cosenza, bravo nelle marcature, e Giosa, forte delle esperienze in A e B. In porta, Perucchini, di ritorno dalla breve e improduttiva parentesi al Benevento. In regia, intanto, Arrigoni detta i tempi. Al suo fianco il neoarrivato Costa Ferreira, ex Entella, e Tsonev, che sostituirà l’infortunato Mancosu a destra. Attacco, infine, confermato in blocco. Doumbia, Caturano e Lepore (riadattato e ormai punto fisso come ala sinistra). L’alternativa a gara in corso potrebbe essere Marconi, che lascia l’Alessandria, e attende tra le fila giallorosse l’exploit sotto porta. Si sentirà, così, meno la mancanza di Torromino, squalificato per due giornate, insidioso se scatenato in area avversaria.

PROBABILE FORMAZIONE – Allenatore: Pasquale Padalino

LECCE (4-3-3): Perucchini; Ciancio, Cosenza, Giosa, Agostinone; Tsonev, Arrigoni, Costa Ferreira; Doumbia, Caturano, Lepore.