Catania, derby senza reti a Lentini su un campo disastroso

11.03.2018 21:31 di redazione Tutto Catania News  articolo letto 59 volte
Catania, derby senza reti a Lentini su un campo disastroso

Finisce in parità al Nobile tra Sicula Leonzio e Catania (0-0). Gara poco spettacolare, nervosa e tirata fino all’ultimo minuto. I rossazzurri sfiorano più volte il gol nella ripresa, ma Narciso dice di no in almeno due circostanze. Il Catania rimane sempre a -7 dal Lecce, fermato sullo 0-0 dal Matera.

Il Catania non riesce a far suo l’incontro con la Sicula Leonzio e forse perde una grande occasione per avvicinarsi al Lecce, fermato dal Matera, e da stasera deve lasciare il secondo posto al Trapani. Prestazione non brillante degli etnei che, penalizzati da un campo spelacchiato, non sono riusciti a manovrare bene venendo chiusi dagli avversari che hanno giocato un match di grande intensità e fisico specie nel primo tempo. Lo 0-0 fa capire come a giganteggiare siano stati i difensori ma al Nobile è mancato lo spettacolo in un derby molto nervoso.

Primo tempo con la Sicula che ha corso di più cercando di chiudere gli spazi al Catania e le linee di passaggio. Lodi e Biagianti hanno avuto poche occasioni per innescare le punte visto la densità di maglie bianconere nella metà campo lentinese. La Sicula ha cercato gli sfondamenti sulle corsie esterne con Arcidiacono molto pericoloso che ha reso la vita difficile a Blondett e Aya. La manovra del Catania però ha risentito delle condizioni non ottimali del campo che non consentiva il fraseggio con palla bassa. Lucarelli ha cercato di far salire gli esterni ma sia Manneh che Barisic non sono riusciti a creare la superiorità e raramente si sono spinti dentro l’area di rigore avversaria. Catania che si è proposto per vie centrali con Mazzarani. Per più di 35 minuti si è assistito ad un match molto fisico con tanti scontri e anche molto nervosismo in campo. Quello che più serviva alla Sicula per annullare i punti di forza del Catania superiore per qualità tecnica. Inevitabile che il primo tempo molto scialbo sia scivolato sui binari dell’equilibrio con le difese bloccate che hanno preso il sopravvento sugli attacchi.

Nella ripresa il Catania ha alzato il baricentro cercando la via del gol con più insistenza sfruttando il calo fisico dei bianconeri di casa. Occasioni sciupate in zona di attacco dagli etnei che hanno messo paura alla Sicula in due circostanze. Lodi ha inventato a intermittenza ma non sempre è riuscito a rendersi utile alla squadra. Lucarelli ha provato delle soluzioni alternative con Di Grazia, Bucolo e Rizzo al posto di Manneh, Mazzarani e Biagianti. Finale di partita con il 4-2-3-1 con Brodic e Ripa in campo per il Catania ma il gol non è arrivato. 0-0 al Nobile che lascia l’amaro in bocca ai rossazzurri.

SICULA LEONZIO-CATANIA 0-0

SICULA LEONZIO (4-3-3) 1 Narciso; 16 De Rossi, 18 Aquilanti, 13 Camilleri, 3 Squillace; 8 Esposito, 23 Davì, 27 D’Angelo; 10 Bollino (dal 74′ Russo), 28 Lescano (dal 66′ Foggia), 7 Arcidiacono (dal 74′ Gammone). A disposizione: 22 Ciotti, 2 Pollace, 6 Monteleone, 14 De Felice, 33 Petermann, 21 Cozza, 15 Granata. All. Diana.

CATANIA (4-3-3) 12 Pisseri; 4 Aya, 16 Blondett, 26 Bogdan, 15 Marchese; 27 Biagianti (dal 71′ Bucolo), 10 Lodi, 32 Mazzarani (dal 71′ Rizzo); 9 Barisic (dal 81′ Brodic), 11 Curiale (dal 81′ Ripa), 19 Manneh (dal 62′ Di Grazia). A disposizione: 22 Martinez, 5 Tedeschi, 8 Porcino, 13 Semenzato, 21 Esposito, 7 Russotto. All. Lucarelli.

ARBITRO: Volpi della sezione di Arezzo.

AMMONITI: Mazzarani, Bollino, Camilleri, Bogdan, Narciso.

ESPULSI: a fine gara Lodi

RECUPERO: 1′, 3′