CATANIA-F.ANDRIA, in evidenza... David Mbodj

30.12.2016 08:31 di Veronica Celi Twitter:   articolo letto 692 volte
CATANIA-F.ANDRIA, in evidenza... David Mbodj

“A saperlo prima!”: tifosi e addetti ai lavori ripetono incessantemente. A saperlo prima che David Mbodj in difesa (e non solo!) avrebbe costituito una marcia in più per la difesa del Catania. Il senegalese è stato relegato in panchina per ventuno giornate. Contro la Fidelis Andria l’esordio in campionato. E l’exploit, forse inaspettato, forse no.

Il numero 15 rossazzurro stupisce. In chiusura si fa trovare pronto ad ogni incursione ospite. Attento, preciso, lucido. Mbodj non sbaglia un colpo. Interventi puliti il suo fiore all’occhiello. E la stazza fisica lo aiuta. Sbarra la strada ai federiciani con disinvoltura e costanza. Ma il classe ’94 non si risparmia neanche in attacco. È double face. Con grandi falcate, in velocità, è capace di arrivare in area avversaria, e, soprattutto sui calci piazzati, di rendersi pericoloso. Tanto che di testa sfiora il gol, premio meritato per l'ottima performance.

La compagine etnea, in realtà, ha già assaporato i guizzi di Mbodj sotto porta. Quest’estate, a Torre del Grifo. Nel corso dell’amichevole contro la Sicula Leonzio, infatti, il senegalese, sul calcio d’angolo battuto da Silva, devia in rete regalando ai suoi la vittoria in extremis. Guizzo intelligente, frutto d’intuito e prontezza. Un “genio”, che solo sfregando la lampada è uscito allo scoperto. Scoraggia, in parte, il fatto che un plusvalore del genere sia stato chiamato in causa solo in caso di emergenza, viste le assenze di Drausio e Bastrini squalificati. Ma consola sapere che dietro le quinte scalpita un centrale capace di reggere novanta minuti, pressione inclusa, al pari dei veterani. Una riscoperta che potrà fare comodo per il prosieguo del girone di ritorno, tanto per rimanere fedeli al detto: anno nuovo, vita nuova… difesa rinnovata!