LECCE-CATANIA, in evidenza... Stefan Djordjevic

13.03.2017 08:39 di Veronica Celi Twitter:    Vedi letture
LECCE-CATANIA, in evidenza... Stefan Djordjevic

Niente da fare. Il Catania non vince neanche con Pulvirenti in panchina. A Lecce amministra bene, almeno nei primi 45 minuti, ma poi si addormenta, e concede ai salentini la possibilità di conquistare i tre punti con un tiro dalla distanza, firmato Costa Ferreira. Eppure i rossazzurri non hanno sfigurato. Anzi. Hanno proposto giocate ordinate, talvolta insidiose, e perché no, degne di nota. Come quelle ostentate da Stefan Djordjevic, che, però, si sono rivelate sterili ai fini del risultato finale.

Schierato in posizione più avanzata, il classe '91 amministra egregiamente il proprio versante di riferimento. Sulla sinistra, infatti, cerca di stare col fiato sul collo agli avversari. In copertura, assicura contrasti incisivi. Raddoppia le marcature, recuperando palla e innestando l'azione dei suoi. In ripartenza, poi, svolge un ruolo fondamentale. Coopera alla fase di costruzione, indirizzando assist succulenti per il reparto avanzato, che, però, non riesce a capitalizzare. Dotato di ottima corsa, il numero 20 sfodera scatti d'autore. Salta l'uomo, e accelera, con l'espressione di chi non lesina mai impegno e cuore.

E in un match come quello contro il Lecce, in cui difendere è un obbligo, e attaccare una necessità, uno come Djordjevic rappresenta un plusvalore imprescindibile. Un punto fisso che potrebbe costituire il vero perno della formazione rossazzurra, fonte di equilibrio, rapidità e determinazione. Peculiarità che, però, non sono bastate al cospetto dei giallorossi. Ecco perché urge contagiare in questo senso i compagni. Un'epidemia che farebbe solo del bene alla ciurma di Pulvirenti.