V.FRANCAVILLA-CATANIA, in evidenza... Matteo Pisseri

21.11.2016 10:07 di Veronica Celi Twitter:   articolo letto 83 volte
V.FRANCAVILLA-CATANIA, in evidenza... Matteo Pisseri

È inevitabile. Il titolo di miglior giocatore spetta ancora a lui: Matteo Pisseri. Contro la Virtus Francavilla prova a far la differenza, ma non basta. Nonostante la prestazione del “tuttofare immobile”, infatti, il Catania torna a casa a bocca asciutta, subendo una rete nei minuti di recupero della ripresa, che brucerà a lungo come una ferita aperta.

Mai chiamato in causa nel primo tempo. Pisseri sale in cattedra nel secondo. Ferma per due volte Pastore, e la furia di Nzola, che avrebbe potuto chiudere il match in due occasioni, sfornando insidiosi – e potenti – tiri dalla distanza. Nulla può, però, sulla girata del francese al 91’: gol che stronca qualsiasi velleità rossazzurra. Eppure il portiere etneo dà il massimo. Uscite spericolate si alternano a interventi puliti. Slanci da eroe, nel suo piccolo, che sbarrano la strada agli avversari fin quando possibile. Alle parate e alla reattività, somma poi un fisico possente, e la capacità di saper giocare coi piedi, utile sia in fase di chiusura, sia quando c’è da spazzare. Mette una pezza al black out difensivo. De Santis e Bastrini si lasciano sfuggire gli sfidanti con estrema facilità. E se non ci fosse stato il classe ’91, gli etnei avrebbero portato addosso il peso di una goleada meritatissima.

Insomma, serve clonare Pisseri. Serve infondere la sua stessa determinazione, il coraggio e la concentrazione che manca al reparto arretrato. E all’attacco. E perché no, anche alla linea mediana. Un esempio tra i pali per titolari e panchina. L’acquisto più azzeccato. E chi più ne ha, più ne metta. Porto sicuro in mezzo alla tempesta che segue alla prima sconfitta esterna, costellata di dubbi, critiche e speranze che momentaneamente sembrano affievolirsi.