Il Catania femminile approda alla seconda fase del torneo Under 15

12.04.2018 18:07 di Gabriele Reina Twitter:   articolo letto 372 volte
Il Catania femminile approda alla seconda fase del torneo Under 15

Il Catania femminile approda alla seconda fase del torneo under 15 nazionale per club, e già questo di per se fa notizia, visto che parliamo di una società “dilettantistica” che se pur da molti anni protagonista nel panorama calcistico regionale, al cospetto di due società professionistiche come Crotone e Palermo ha saputo affermare il suo valore raggiungendo con un turno di anticipo la seconda fase del torneo. Le ragazzine catanesi, si sono imposte ieri in quel di Carini con il risultato di 2-0 portando a casa la vittoria nel derby contro le pari età del Palermo, e forti della vittoria nella gara di andata per 2-1 hanno già staccato il pass per il seconda step del torneo avendo acquisito la matematica certezza del superamento del turno. Partita a dispetto di quelle giocata lo scorso sabato che ha esaltato i veri valori di questo sport, messi in campo da entrambe le squadre, che ha visto il Catania andare in vantaggio grazie ad un goal di Damaris Di Mauro che su gli sviluppi di un calcio d’angolo risolve la mischia creatasi e batte il portiere avversario, goal che rispecchia in toto la crescita di un gruppo di ragazzine trovatesi all’interno di diverse bufere societarie ma che insieme ai mister Scuto e Marletta, ha saputo reagire e crescere raggiungendo il primo obbiettivo prefissatosi per questa stagione ovvero il superamento della prima fase del torneo. Il raddoppio arriva poi con la solita Irene Martella, già 7 i goal messi a segno per lei in questo torneo che girandosi con un diagonale supera ancora una volta il portiere raddoppiando così per le rossoazzurre. Buona la prestazione globale di tutte le giovani etnee, che ha trovato in Di Stefano Signorelli e Tidona tasselli importanti su cui puntare nell’immediato futuro, soprattutto in ottica prima squadra dove già 5-6 elementi sono inseriti in pianta stabile da diversi mesi. Ma dietro questi risultati c’è un duro lavoro iniziato ormai da diversi anni, forti di un progetto mirato alla ricerca, alla crescita e valorizzazione delle ragazze presenti nell’hinterland catanese, su cui si punta fortemente in prospettiva futura.