Lecce, Meluso: "Catania arrabbiato ma noi di più"

 di redazione Tutto Catania News  articolo letto 1221 volte
© foto di Andrea Rosito/Cosenza24.net
Lecce, Meluso: "Catania arrabbiato ma noi di più"

Altro big match per il Lecce che dopo aver affrontato e battuto il Trapani, sabato sarà ospite del forte Catania. Oggi in sala stampa non si è presentato il mister Rizzo, che tra l’altro è un ex rossazzurro ma il direttore sportivo Mauro Meluso. Il dirigente giallorosso si è espresso sulla reazione di carattere che ha favorito la vittoria con il Trapani, ma anche del “caso-Di Piazza”: “In seguito al pareggio dell’esordio e alla rabbia che in noi è scaturita, la vittoria contro il Trapani ha una grande valenza. La prova offerta sabato è testimonianza della feroce voglia della squadra di portare a casa i tre punti, che poi ci dovrà accompagnare per tutto il campionato, nonché e della bontà del lavoro dello staff tecnico. Ci sarebbe poi da mettere in evidenza l’incitamento dei nostri tifosi, che è stato di grande aiuto. Indubbiamente, in vantaggio di due gol,l’episodio relativo all’espulsione di Di Piazza ci ha fortemente penalizzato nel proseguimento della gara. Mi preme comunque sottolineare il fatto che Di Piazza sia stato furbescamente provocato e scalciato dal giocatore del Trapani Marras, che avrebbe dovuto subire lo stesso giudizio da parte del direttore di gara. Allo stesso tempo, però, bisogna riconoscere che il nostro attaccante ha commesso un grave errore reagendo, seppur con tutte le attenuanti del caso e per questo. Da regolamento interno, la società ha punito lo stesso calciatore. Inoltre Di Piazza perteciperà a degli incontri del nostro Settore Giovanile, nei quali racconterà ai nostri piccoli calciatori come si fa a fare gol, ma anche come non comportarsi nei momenti di tensione”. Sul match del Massimino, il ds ha aggiunto: “La partita di sabato a Catania rappresenta un’ulteriore tappa del nostro percorso, che riserverà insidie in tutto il suo cammino. Sicuramente avremo di fronte una squadra arrabbiata per questo inizio di stagione, ma noi lo saremo di più”.