Catania, Camplone: "Il mio 4-3-3 sarà aggressivo ma guardiamo anche equilibrato"

13.07.2019 14:18 di redazione Tutto Catania News   Vedi letture
Catania, Camplone: "Il mio 4-3-3 sarà aggressivo ma guardiamo anche equilibrato"

Debutto in sala stampa per il nuovo allenatore del Catania, Andrea Camploneaccompagnato dall’amministratore delegato Pietro Lo Monaco e dal ds Cristian Argurio.Queste le loro dichiarazioni.

CAMPLONE – “Mi piace avere una squadra aggressiva ma che sia equilibrata e con le distanze giusta. Con Lodi ci parlerò e per me potrebbe giocare davanti alla difesa. Lui ha una buona visione di gioco ed è molto tecnico. Normale che attorno a Lodi devono giocare due mezzali di corsa. Per me il play maker è fondamentale nel mio 4-3-3. Con me nessuno ha il posto assicurato, i risultati si raggiungono con il collettivo. Mio modo di allenare è molto propositivo ma parlerò con i giocatori durante le riunioni per inculcare il mio credo tattico. Abbiamo avversarie in campionato che hanno speso tanto ma non sempre si vince con i soldi. La Juventus ha preso Cristiano Ronaldo ed ha vinto solo lo scudetto. Bisogna partire con il piede giusto questo è quello che chiedo alla squadra. Arrivo del mio ex centrocampista Moscati? Il ragazzo si vuole giocare una carta in B, stiamo monitorando altri calciatori ma ci serve un calciatore con le sue caratteristiche”.

LO MONACO – “Il Bari è senza debiti e con una proprietà importante alle spalle. Anche il Catanzaro e la Reggina hanno proprietà con ampie disponibilità economiche. Noi ancora abbiamo qualche zavorra del passato ma colmeremo il gap e cercheremo di vincere il campionato con le nostre armi. Il rendimento di un calciatore dipende anche dall’insieme della squadra e di creare gruppo e avere motivazioni. Mercato in entrata? Abbiamo preso già quattro elementi e sicuramente faremo altre due o tre acquisti poi niente più. Poi rimane il concetto delle coppie per ruolo e acquisteremo calciatori solo se parte qualcuno. Novità per il nostro settore giovanile con l’arrivo di Ezequiel Carboni, che torna da noi e guiderà la seconda squadra del Catania e coordinerà anche gli altri allenatori dal punto di vista tecnico”.

GIRONI DI C – Lo Monaco: “Ci sono due ipotesi in atto di dividere il girone Nord in senso verticale ma in quello C ci saranno sicuramente calabresi e campane”

ABBONAMENTI – Lo Monaco spiega: “Il Catania è una società forte, rispettata e stimata. La strada è tracciata e mi aspetto che la nostra gente ci sostenga. Ci sono i tifosi normali e quelli che sentono la propria squadra come la famiglia e Sant’Agata. Le polemiche con i tifosi li hanno create ad arte alcune persone.  Speriamo che il dato dei 7 mila dello scorso anno venga superato”.

ARGURIO – “Ci sono ruoli da colmare ma il mercato è ancora lungo e non è il caso di affrettare le trattative. Faremo delle scelte e aspetteremo per capire quale mossa fare prima della conclusione del calciomercato”.