Catania, Lo Monaco: "A Rende trasferta difficile. Ripescaggi? Non ci crediamo più"

28.09.2018 18:41 di redazione Tutto Catania News  articolo letto 117 volte
© foto di Federico De Luca
Catania, Lo Monaco: "A Rende trasferta difficile. Ripescaggi? Non ci crediamo più"

Il rinvio della sentenza sui ripescaggi a lunedì prossimo da parte del Tribunale federale nazionale della Figc, non ha sorpreso l’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco che commenta la decisione ai microfoni di Itasportpress.it: 

“Per il format del campionato di B, i giochi sono fatti. Hanno ottenuto quello che volevano giocando sui tempi e grazie al supporto del Coni. Anche se il Tfn dovesse emettere una sentenza positiva per noi, non ci sarebbero più i tempi per rifare tutto visto che la Figc e la Lega B poi ricorrerebbero alla CAF e poi al Tar e poi… quindi arriveremmo a Natale. Meglio dunque cominciare a giocare come ha voluto la Lega Pro anche se le ricorrenti, Catania compreso, hanno chiesto il rinvio delle partite della quarta giornata aspettando il 9 ottobre. Noi certamente non vogliamo rischiare di perdere la partita e a Rende andremo poi se nel frattempo dovesse arrivare lunedì una sentenza a nostro favore, la partita di domani verrebbe invalidata. Noi non ci siamo allineati a Ternana, Siena, Novara e Pro Vercelli nella scelta di depositare al Consiglio di Stato l’atto che impugna l’ordinanza del Tar del Lazio di giovedì.E’ una vergogna assoluta quest’anno, ora abbiamo la scadenza del 16 ottobre e tra Irpef, Inps e due mensilità di luglio e agosto ai calciatori, facciamo circa 600 mila euro da sborsare. Una bella patata bollente senza aver percepito un euro da botteghino. Inoltre abbiamo le rate dei mutui ed ecco a voi un bel patatrac…”.

RENDE – “La trasferta nasconda tantissime insidie, ed è la peggiore che ci potesse capitare come esordio. E’ anche vero che dobbiamo cominciare e allora affrontare la capolista potrebbe essere un vantaggio. Il campionato ha espresso qualcosa e si è elevato il livello delle altre concorrenti per il salto di categoria. Trapani, Casertana e Catanzaro sono le più accreditate insieme al Catania, ma aggiungerei anche Monopoli, Sicula Leonzio, Rende, Potenza e la Juve Stabia. E’ una bella battaglia. Dobbiamo riappropriarci della normalità e di conseguenza abbiamo la necessità di farci la gamba giusta e iniziare a vincere”.