Catania, Lo Monaco: "Contro la Juve Stabia voglio la bolgia"

08.04.2018 21:59 di redazione Tutto Catania News  articolo letto 420 volte
Catania, Lo Monaco: "Contro la Juve Stabia voglio la bolgia"

A poche ore del posticipo di Serie C del lunedì sera tra il Catania e la Juve Stabia, sale l’entusiasmo dei tifosi rossazzurri che domani invaderanno il Massimino. I campani sono un osso duro per l’undici di Lucarelli, che dovrà giocare una partita perfetta per avere la meglio delle ‘Vespe’ allenate dall’ex Fabio Caserta. La Juve Stabia infatti non perde in trasferta dal 26 gennaio scorso quando capitolò a Trapani, perdendo per 3-1. Poi solo sorrisi contro il Fondi e il Rende, ma soprattutto a Lecce dove la squadra di Castellammare di Stabia dominò la capolista e vinse allo Stadio di Via del Mare con merito riaprendo il campionato. 

E alla vigilia della sfida del Cibali, che vale molto per l’inseguimento al primo posto, è l’ad del Catania, Pietro Lo Monaco ai microfoni di Itasportpress.it, a suonare la carica e mettere in guardia tutti che non sarà una passeggiata. 

REAL MADRID – “Non diamo per scontato nulla perché le partite di Lecce e Trapani di domenica, confermano quanto sia arduo imporsi in questo difficile Girone C contro qualsiasi avversario, che sia di vertice o di bassa classifica. Per noi è la partita più complicata di quelle che rimangano da giocare, forse anche più del match col Trapani, se la si analizza dal punto di vista tattico. Se la giochiamo tutti assieme, parlo di squadra, tifosi e città, la vinceremo. Dobbiamo pensare di affrontare il Real Madrid domani e non la Juve Stabia”.

BOATO MASSIMINO – “Lunedì sera bisogna tornare a far sentire il boato del Massimino che accompagnava la squadra in Serie A contro Juventus, Inter e Milan. Una città contro la Juve Stabia e non undici rossazzurri in campo contro undici gialloblu. Sarà una gara intensa che si potrà decidere anche  al 90′, pertanto invito il nostro popolo sempre caldo, a sostenerci fino al triplice fischio dell’arbitro in modo incessante e non altalenante a seconda di come va il match. Per noi il posticipo di domani sarà fondamentale per andare in B da vincitori del campionato. So che in sere come questa l’essere ‘catanisti’ conta ancora di più. Ne sono sicuro, perché per me è così. Voglio vedere questo stadio nel suo massimo splendore. Con voi, per voi. Per noi”.