Catania, Lucarelli: “Credo alla promozione diretta. Paganese? Gara difficile ma in casa giochiamo meglio”

24.03.2018 16:18 di Gabriele Reina Twitter:   articolo letto 166 volte
Catania, Lucarelli: “Credo alla promozione diretta. Paganese? Gara difficile ma in casa giochiamo meglio”

E’ il momento della responsabilità per il Catania che deve dare un segnale importante al Lecce, al Trapani e ai propri tifosi. Domani la compagine rossazzurra ospiterà la Paganese che cercherà di portare a casa dal Massimino, punti importanti per la salvezza. Il Catania però per tenere accesa la fiammella della speranza per vincere il campionato, non ha risultati diversi dalla vittoria piena e per certi versi convincente. Il tecnico Cristiano Lucarelli in conferenza stampa prima ha mostrato con l’ausilio di una lavagna tattica le mosse contro il Bisceglie (che hanno generato polemiche) e dopo ha presentato la partita di domani.

BISCEGLIE  – “Sapevamo che i nerazzurri erano pericolosi sulle palle inattive e che giocano molto per via aerea, ecco il motivo della mia scelta nel finale di gara con un difensore in più. Non era un segnale di resa o di mancanza di coraggio perchè anche dopo le mie sostituzioni siamo stati sempre aggressivi in zona palla come si evince alla lavagna tattica e dai video. Manneh era stanco ed ho fatto il cambio con Russotto che è un titolare e che poteva creare i presupposti per chiudere la partita anche con il 3-5-2, un modulo che ci ha consentito di vincere tante partite perchè è un assetto molto equilibrato. Abbiamo subito il gol del Bisceglie per un episodio e non per una mancanza di coraggio. Dovevamo essere più scaltri visto che non abbiamo preventivato la spiazzata dell’avversario in area di rigore. Siamo stati ingenui anche se la partita è stata rovinata dal direttore di gara.”

LECCE – “Non cambio idea rispetto a quello che ho detto prima ovvero che vinceremo il campionato. Sarò un illuso ma non conosco la parola resa e smetterò di credere alla promozione diretta solo quando la matematica ci condannerà. Abbiamo un gruppo granitico che dimostra di avere una sicurezza ritrovata e di una compattezza unica.”

PAGANESE – “La partita di domani è di una difficoltà estrema perchè questa squadra non dà punti di riferimento e gioca con un “falso nueve”. Spesso giocano dietro la linea della palla con il modulo 3-5-2. La cosa più importante è la presenza in massa dei nostri tifosi e i giocatori adesso hanno un approccio diverso quando giochiamo in casa perchè sento la spinta della gente di Catania. Manneh sarà della partita. Ripa? Nella sua carriera ha fatto tanti gol e non è uno sprovveduto. E’ stato sfortunato nelle occasioni avute a Bisceglie ma è importante che si faccia trovare pronto in area nel momento giusto. Non dobbiamo cestinare Ripa e sono sicuro che si saprà riscattare. Lodi spostato qualche metro più avanti è più incisivo per la squadra. Allo stesso tempo troviamo più equilibrio quando giochiamo col 4-3-3 e Ciccio essendo meno controllato dal diretto avversario si rende molto utile per i nostri attaccanti. I frutti si stanno vedendo anche se non siamo la macchina perfetta che io vorrei. Dobbiamo migliorare nella gestione dei piazzati contro”.

LUCARELLI SPIEGA LE MOSSE ANTI BISCEGLIE CON L’AUSILIO DI VIDEO