Catania, Mazzarani graffia il Cosenza e la difesa alza il muro

 di redazione Tutto Catania News  articolo letto 34 volte
Catania, Mazzarani graffia il Cosenza e la difesa alza il muro

Per passare a Cosenza andava bene anche una vittoria sporca. Beh, non è stata solo sporca, ma sporchissima. Il Catania è piaciuto sotto l’aspetto della forza d’animo, ma è l’unica buona notizia di giornata. L’1-0 al San Vito-Marulla è stato sofferto nonostante il netto divario tecnico delle due squadre. Ma quello che conta sono i tre punti e il Catania sogna dopo la quarta vittoria consecutiva e tra l’altro senza subire reti. La vittoria sul Cosenza è arrivata con una stoccata di Mazzarani nel primo tempo dopo un buon inizio di gara degli etnei. Il graffio d’autore è stato dunque del numero 32 del Catania alla prima rete in campionato. Ma dopo il gol di Mazzarani la luce del Catania si è spenta con il Cosenza che ha gestito il match sfiorando in diverse circostanze il pareggio. Partita vivace fino all’ultimo istante con tanta pressione sulla difesa rossazzurra che attraverso strade tortuose mostra ancora di più di che pasta è fatta. Tutto è bene quel che finisce bene, però. E Lucarelli con turn over e sofferenza può far esultare i 240 tifosi del Catania arrivati a Cosenza.

PARTITA – Il Catania parte molto compatto e concede poco all’avversario. Al 10′ arriva il goal dei rossazzurri con Mazzarani. Cross dalla sinistra di Djordjevic, Perina esce male e respinge sui piedi di Mazzarani che in mezza girata mette dentro. Il Cosenza reagisce più con l’orgoglio che con una corale azione offensiva. Il Catania si rende ancora pericoloso e al 22′ il tiro di Mazzarani termina alto. Al 27′ Statella conclude su filtrante di Mungo, Pisseri è bravo in uscita. Al 36′ girata di Baclet. Poco prima del riposo ancora Cosenza in avanti con Caccavallo: tiro a giro su cui Pisseri è attento. Nella ripresa, il Cosenza entra in campo deciso, il Catania resiste. I calabresi ci provano con Statella e Mungo, ma l’occasione migliore arriva al 70′ con la girata di Pinna su cui è prodigioso Pisseri. Lucarelli compie la solita girandola di cambi per immettere forze fresche e allentare il forcing dei Lupi. Finale palpitante, ma il risultato non cambia. E il Catania conquista la quarta vittoria consecutiva. Martedì sera big match contro il Monopoli.

COSENZA-CATANIA 0-1

MARCATORI: 10′ Mazzarani

COSENZA (4-2-3-1) 1 Perina; 2 Corsi (dal 58′ D’Orazio), 31 Dermaku, 5 Idda, 3 Pinna; 21 Bruccini, 23 Calamai (dal 68′ Loviso); 10 Caccavallo, 7 Mungo (dal 77′ Liguori), 11 Statella; 16 Baclet. A disp. 22 Saracco, 15 Boniotti, 29 Pascali, 13 Pasqualoni, 6 Palmiero. All. Braglia.

CATANIA (3-5-2) 12 Pisseri; 4 Aya, 5 Tedeschi, 26 Bogdan; 13 Semenzato, 32 Mazzarani (dal 58′ Caccetta), 10 Lodi (dal 81′ Fornito), 27 Biagianti (dal 72′ Bucolo), 20 Djordjevic; 23 Di Grazia (dal 72′ Curiale), 29 Ripa (dal 58′ Russotto). A disp. 22 Martinez, 16 Blondett, 33 Lovric, 19 Manneh, 21 Esposito, 18 Fornito, 15 Marchese, 34 Rossetti, 35 Correia.  All. Lucarelli.

ARBITRO: Dionisi della sezione de L’Aquila

RECUPERO: 1′,

AMMONITI: Statella,

NOTE: Serata autunnale ma non fredda. Terreno del Marulla in buone condizioni anche se in alcune punti risulta appesantito per le piogge degli ultimi giorni. Presenti poco più di 1.800 spettatori con circa 200 di tifosi etnei sistemati nel loro settore.