Catania, Sottil: "Una panchina che vale una Serie A"

04.07.2018 17:04 di redazione Tutto Catania News  articolo letto 83 volte
Catania, Sottil: "Una panchina che vale una Serie A"

Si è definitivamente chiusa l'avventura di mister Andrea Sottil al Livorno, e adesso il futuro sembra parlare rossazzurro. Poco dopo l'annuncio dell'addio ai labronici, i microfoni di TuttoMercatoWeb.com hanno contattato il tecnico.

Dopo la promozione le dimissioni. Perché questa scelta?
"In realtà si tratta di una risoluzione consensuale con la società, eravamo in accordo su questo aspetto perché non ci siamo trovati sui piani e abbiamo optato per questa soluzione. Non c'erano i presupposti per continuare".

Si aprono quindi le porte del Catania?
"Per me Catania ha un fascino particolare, ho vissuto li un periodo da calciatore e mi è rimasta nel cuore. C'è stima reciproca con Lo Monaco, per me quella è una panchina importante che vale una Serie A, sarei felice".

Catania club sano, ma tanti club faticano in C, le iscrizioni lo dimostrano. Perché accade ciò?
"Non solo faticano, ogni anno ci sono dei club che proprio spariscono, e tutte queste grandi difficoltà dimostrano che qualcosa va rivisto, mancano spesso gli introiti, ma il perché si scatenino queste dinamiche è dura da dire. Però la C è una categoria importante per l'Italia e va aiutata".

Va probabilmente cambiata anche la mentalità italiana, che vede la C come di poco conto.
"Assolutamente si, anche questa è una delle cose da cambiare, perché stare in Serie C non è affatto un disonore. La categoria ha sempre avuto una certa valenza, è un campionato duro e affascinante, che merita quindi un'immagine diversa, più pubblicizzazione e rispetto: ogni anno regala anche tante realtà nuove e belle sorprese, oltre che giocatori di prospettiva. Probabilmente 60 squadre sono troppe, ma a ogni modo è una realtà che conta".