Lodi la risolve al 90': Catania-Andria 1-0

 di redazione Tutto Catania News  articolo letto 91 volte
© foto di Giuseppe Scialla
Lodi la risolve al 90': Catania-Andria 1-0

Ci sono voluti 89 minuti per abbattere il muro dell’Andria. Una ingenuità di Piccinni, che si è aggrappato alla maglia di Ripa, ha consentito a Lodi di trasformare il rigore che ha regalato i tre punti al Catania. Terzo successo di fila per la squadra etnea che resta al secondo posto in scia Monopoli. Che fatica però questa sera, come era nelle previsioni, contro una ostica Fidelis Andria, segno dell’aumentata difficoltà del campionato di Serie C. I ragazzi di Lucarelli dominano la partita per larghi tratti, ma l’ottima difesa pugliese e una buona organizzazione di gioco dell’undici di mister Loseto, ha tolto fiato al centrocampo rossazzurro. Ma il minimo sindacale è bastato questa sera al Catania anche se bisogna dire che l’Andria ha sfiorato in contropiede il gol in diverse circostanze con Minicucci e Scaringella. I tifosi del Catania però hanno fatto festa per una vittoria sofferta ma molto importante per la corsa alla Serie B. 

CRONACA  – Primo tempo che si aperto con un ritmo elevato e con le due squadre con un disegno tattico ben preciso: Catania all’attacco e l’Andria entrata in campo per non perdere e poi il resto si vedrà. L’undici di mister Loseto si è messo in campo quasi con tutti gli effettivi a protezione del proprio portiere e si è ben capito subito lo scenario del match. Il Catania ci ha provato per via centrali ma le linee di passaggio erano pressoché chiuse dalla squadra pugliese che poi ha alzato il pressing su Lodi impedendo ai padroni di casa di poter impostare l’azione con il numero 10. Neanche sulle fasce la coperta dell’Andria ha lasciato spazio al Catania con Marchese e Semenzato poco propositivi. Il 4-3-3 mascherato da 4-5-1 della Fidelis creava densità nella propria trequarti e per Russotto trovare lo spazio è stato complicato. Sulla sinistra però il folletto etneo ha sfondato in due occasioni: nella prima ha fornito un assist a Curiale che ha sporcato i guanti a Mauroantonio e pochi minuti dopo con un’azione personale ha superato un avversario e di destro ha impegnato l’estremo difensore pugliese. L’Andria è stato pericoloso in una circostanza in tutti i 45’ ma si è difesa bene ripartendo anche con velocità. In difficoltà i centrocampisti del Catania nelle chiusure. Negli ultimi trenta metri, però, il Catania è stato poco preciso dal punto di vista tecnico e questo ha complicato ulteriormente i piani di Lucarelli.

Nella ripresa in avvio il copione è lentamente cambiato. Il Catania ha capito di dover aggirare la gabbia mobile della Fidelis Andria senza intestardirsi troppo per vie centrali. Ma in una azione di contropiede l’Andria ha sfiorato il gol con Minicucci che ha centrato la traversa mettendo paura al Catania un po’ lento nella circostanza a mettere in atto la linea difensiva. Lucarelli per la prima volta in questo campionato ha cambiato l’assetto tattico passando dal 67’ al 4-3-3 dopo gli inserimenti di Mazzarani, Di Grazia e Ripa. La difesa alta della Fidelis ha diverse volte mandato in fuorigioco gli attaccanti rossoazzurri. Ma al 72’ altra voragine nella difesa degli etnei ed Esposito davanti a Pisseri ha fallito clamorosamente. Catania non è riuscito a superare la barriera dell’Andria che in contropiede si è confermata pericolosa . Poi il muro della squadra ospite è caduto all’89’ per un netto rigore assegnato dall’arbitro e trasformato da Lodi. La terza vittoria del Catania è in cassaforte.

CATANIA-FIDELIS ANDRIA 1-0

MARCATORI: 89′ Lodi (su rigore)

CATANIA (3-5-2) 12 Pisseri; 4 Aya (dal 67′ Ripa), 5 Tedeschi, 26 Bogdan; 13 Semenzato (dal 85′ Esposito), 8 Caccetta, 10 Lodi, 27 Biagianti (dal 67′ Mazzarani), 15 Marchese; 11 Curiale (dal 67′ Di Grazia), 7 Russotto. A disp. 22 Martinez, 16 Blondett, 19 Manneh, 17 Bucolo, 18 Fornito, 20 Djordjevic, 34 Rossetti, 35 Correia. All. Vanigli (Lucarelli squalificato).

FIDELIS ANDRIA (4-3-3) 1 Maurantonio; 14 Tiritiello,  4 Allegrini (dal 46′ Barisic), 6 Rada, 2 De Giorgi; 17 Esposito (dal 87′ Bottalico), 8 Piccinni (dal 87′ Pipoli), 11 Matera; 16 Minicucci, 16 Scaringella (dal 78′ Croce), 21 Curcio. A disp. 22 Cilli, 3 Pipoli, 18 Ippedico, 23 Bottalico, 29 Nadarevic. All. Loseto.

ARBITRO Schirru della sezione di Nichelino

RECUPERO: 1′

AMMONITI: Russotto, De Giorgi.