Pozzebon: "Voglio restare a vita a Catania"

18.06.2018 19:26 di redazione Tutto Catania News  articolo letto 160 volte
© foto di Giuseppe Scialla
Pozzebon: "Voglio restare a vita a Catania"

emiro Pozzebon ha chiuso la sua avventura a Trieste ed è pronto a tornare a Catania. L’attaccante romano 30enne, ceduto in prestito secco agli alabardati, è pronto a fare ritorno alle pendici dell’Etna dove vuole restare come sottolinea ai microfoni di Itasportpress.it

“Se ci stanno le condizioni, tornerei volentieri a Catania anche per rimanerci a vita. Io ci sono stato benissimo e vorrei avere una seconda chance visto che ancora ho tanto da dare alla città dell’Elefante. Ho un anno di contratto e sono pronto a rimettermi in gioco se mi verrà data questa possibilità. Voglio portare a suon di gol il Catania in B al quarto tentativo consecutivo. Peccato per come è andata in questa stagione perchè la squadra rossazzurra meritava la promozione che invece è sfuggita solo per qualche episodio girato storto. I rigori con il Siena la dicono lunga sulla sfortuna che ha avuto. In campionato ha tenuto testa al Lecce fino alla fine, ma chiudere a 70 punti è tanta roba. Se stava negli altri due gironi di C, il Catania avrebbe vinto il campionato senza problemi. Mi mordo le mani ancora per non aver potuto continuare a giocare con questo grande Catania che ha espresso un calcio offensivo segnando tanti gol. Io avrei potuto dare il mio contributo in attacco e sono sicuro che sarei andato in doppia cifra. Non è stata una mia scelta quella di andare a Trieste visto che sarei rimasto volentieri anche perchè con Lucarelli il rapporto era ottimo e non è vero che avevamo litigato. Col mister avevamo raggiunto un accordo sul piano tecnico-tattico parlando di tante cose dopo la gara di Coppa Italia con la Sicula Leonzio. C’era stima reciproca, poi purtroppo mi è stato comunicato da Lo Monaco di andare via. Mi è dispiaciuto tantissimo ma ripeto sono pronto a ripartire con grande entusiasmo. I 20 mila del Massimino per me sarebbero stati una carica notevole e non costituiscono un problema come ho letto sui media. Mi sarei esaltato a giocare con tanti tifosi così calorosi. La paura o la tensione la devono avvertire gli avversari. Mi presenterò in ritiro a luglio per restare se il Catania non avrà nulla in contrario” .